Archivi categoria: Matricola 78798

17 ago 1945

La fine – Il rimpatrio

Come un fulmine è giunta la notizia, si è propagata per tutto il campo con la velocità di una saetta, è penetrata qui dentro in un lampo ed è esplosa come un ciclone: domattina alle ore nove partiremo in autocolonna … Continua a leggere

Lascia un commento
18 lug 1945

Nessuna lettera dai miei cari

Ieri sera è arrivato don Pasà di ritorno dell’Italia; ha parlato con tutti noi e continuerà questa sera; quanto ci riferisce non è rassicurante; In Italia tutto sarebbe in rovina, l’esistenza sarebbe impossibile per l’alto costa della vita. Il colonnello … Continua a leggere

Lascia un commento
12 lug 1945

Partenze iniziate

Due anni fa ero a Marotta quasi al termine della licenza poi la caduta del fascismo, il fortunoso viaggio di rientro in Albania, quindi l’armistizio, i due mesi in montagna con relativi pidocchi, cattura e campo di concentramento con relativa … Continua a leggere

Lascia un commento
1 lug 1945

Non ne posso più

Quando due mesi e mezzo addietro fummo liberati, nessuno di noi avrebbe immaginato che ancora a luglio saremmo stati ancora tra questi reticolati, eppure è questa la realtà; i giorni passano monotoni e speranza e delusione si alternano tragicamente rendendo … Continua a leggere

Lascia un commento
4 giu 1945

Un po in giro

Durante questo tempo sono stato per tre volte a Munster dove mi sono incontrato con Turini e con altri colleghi provenienti da Sandpostel. Stanno molto bene, alloggiati e vettovagliati meglio, di noi. Hanno la possibilità di fare il bagno in … Continua a leggere

Lascia un commento
30 mag 1945

Qualcuno piange

Evidentemente le sorprese sono infinite e noi poveri prigionieri viviamo tra queste: ecco qua domattina dovremo lasciare Bergen per ritornare al campo. Sembra impossibile ma è così. Dobbiamo lasciare non solo questo paradiso di abbondanza e di libertà, ma anche … Continua a leggere

Lascia un commento
22 mag 1945

Nuovi viveri

Questa mattina colazione in grande con un litro di latte e 300 gr. Di gallette. E’ da 4/5 giorni che mi tratto così da quando ho avuto cioè la possibilità di procurarmi del latte. Ieri sera la notizia che molti … Continua a leggere

Lascia un commento
21 mag 1945

Problema di Trieste

Oggi come ieri ci verrà data soltanto della carne e qualche galletta e stop! Gli Inglesi hanno smesso di nutrirci, dicono che quello di cui disponiamo è più che sufficiente; se continua, di questo passo potrà avverarsi il sogno di … Continua a leggere

Lascia un commento
19 mag 1945

Balle per il rimpatrio

Decisamente i tempi sono ancora una volta mutati; la tabella viveri è nettamente in ribasso e se non avessimo patate a volontà sarebbero dolori checche’ ne dicano gli esperti calcolatori di calorie che sempre si fanno avanti a prestare la … Continua a leggere

Lascia un commento
17 mag 1945

Finalmente si parte!

Finalmente si parte! Entro la fine del mese il campo dovrà essere abbandonato per la nostra partenza che potrà verificarsi da un giorno all’altro; non sappiamo se andremo direttamente in Italia o in qualche altro campo di smistamento della Germania … Continua a leggere

Lascia un commento
13 mag 1945

Speranza di rimpatrio

Tutto procede come prima, un pò meglio forse perché lo zucchero ci viene portato a gr 100 giornalieri ed il pane gr 400 Radio Roma ha reso noto il telegramma inviato dal nostro Col. informando, sempre per radio, che si … Continua a leggere

Lascia un commento
9 mag 1945

Tragica verità

Questa mattina mi sono alzato presto perché assillato dal pensiero di come cucinare quel prezioso uovo, optando infine per una frittata con cipolle, salame, formaggio ed aromi vari. Non riesco a consumare tutto quanto ci viene distribuito, per contro con … Continua a leggere

Lascia un commento
7 mag 1945

Lasceremo questi reticolati?

Questo pomeriggio sono uscito rimediando pane, ricotta, piselli; ed uovo (una rarità). Domani con un collega preparo una spanciata di gnocchi in vari modi conditi. Si vocifera che presto si partirà per Saltau; sarà vero? Lasceremo questi reticolati?

Lascia un commento
6 mag 1945

Messaggi a casa

Oggi hanno iniziato la distribuzione dei viveri della sussistenza inglese; quanti generi diversi abbiamo avuto e come è stata laboriosa tale operazione! Latte, burro margarina, formaggio, pane, prugne secche, pesce, carne di manzo, carne di maiale, zucchero; marmellata, te, domani … Continua a leggere

Lascia un commento
5 mag 1945

Di nuovo nel lager

Mi trovo nuovamente nel campo di concentramento e nella stessa baracca, a maggior ragione quindi il lieto periodo di Bergen mi appare come un breve periodo di sogno, come una parentisi di felicità. Sebbene da qui si possa liberamente uscire … Continua a leggere

Lascia un commento
24 apr 1945

Perenne indigestione

Tutto procede bene e sempre meglio. Il comando inglese ci ha comunicato che entro una settimana saremo avviati a Cella e da li in aereo a Bruxelles; siamo stati suddivisi in gruppi di 25 unità con il relativo codice dell’aereo … Continua a leggere

Lascia un commento
23 apr 1945

Si sta meglio quando si sta male per aver mangiato troppo

Questa sera mi sento proprio bene; non ha importanza il violento mal di pancia che minaccia di farmi passare la notte in bianco come la precedente; non so credere che tutto ciò sia vero, che non sia un sogno ho … Continua a leggere

Lascia un commento
22 apr 1945

A Bergen

Questa notte non ho dormito, nessuno di noi lo ha fatto perché il tempo è stato impiegato nella distribuzione straordinaria di carne fresca ed in scatola, marmellata, formaggio e pane; è stato dato fondo alle scorte alimentari di magazzino. Questa … Continua a leggere

Lascia un commento
21 apr 1945

Fulmine insperato

Ecco un colpo di fulmine insperato: i tedeschi nuovi giunti informano i nostri comandanti di un campo che sarebbero disposti a lasciarci passare attraverso le loro linee in quelle inglesi, ad evitare d’essere coinvolti nei combattimenti che da più giorni … Continua a leggere

Lascia un commento
17 apr 1945

Capitano Armistizio

Oggi un piccolo incidente: reparti sbandati della Hitler jugen sono entrati nel campo e liberato i prigionieri per noi per fortuna non cambia nulla; possiamo sempre recarci in paese per rifornirci. Sembra che il capitano Armistizio (quel capitano che aveva … Continua a leggere

Lascia un commento
16 apr 1945

Ancora resistenza dei tedeschi

Dopo una notte di fuoco per la resistenza opposta da alcuni reparti tedeschi in zona, questa mattina è entrato nel campo, acclamato da tutti un maggiore Inglese; ha assicurato che il campo verrà sgombrato entro una decina di giorni, che … Continua a leggere

Lascia un commento
13 apr 1945

Liberi

Questa mattina ci ha destati liberi, finalmente non più tedeschi, le garitte e le torrette son sguarnite da sentinelle armate; sono andati tutti via, svaniti, scomparsi ad eccezione del capitano tedesco e di un paio di soldati con il compito … Continua a leggere

Lascia un commento
12 apr 1945

Siamo alla fine

Finalmente si sono realizzati sogni e speranze che hanno nutrito i miei 19 mesi di prigionia: ieri il nostro comandante (Testa) ci aveva comunicato che i tedeschi ci avrebbero abbandonato agli alleati; oggi questo ha acquisito maggiore certezza. Gli angloamericani … Continua a leggere

Lascia un commento
2 apr 1945

Angloamericani sono arrivati a Norimberga

Ogni qualvolta ho iniziato a scrivere questo diario su un nuovo foglio ho sempre sperato che fosse l’ultimo, ma mai come adesso ne ho avuto la certezza sia perché “la va a pochi” sia anche per il fatto che non … Continua a leggere

Lascia un commento
18 mar 1945

Infermeria

Da qualche giorno, fuori dall’infermeria. Mi si era sviluppato un flemmone tonsillare che, volutamente trascurato per più facilmente accedere in infermeria, si era trasformato in doppio flemmone con febbre a 40; ho potuto così essere ricoverato in locale riscaldato, vitto … Continua a leggere

Lascia un commento
6 feb 1945

Fine della Germania

E’ la fine della Germania. Appena un mese fa ero dolorosamente certo che in questo lager avremmo trascorso non solo l’inverno ma anche l’estate, ma ora non più; ormai si combatte nei sobborghi di Berlino è questa la fine e … Continua a leggere

Lascia un commento
31 dic 1944

Ultimo dell’anno 1944

Ultimo dell’anno! Ancora qui a dispetto delle nostre speranze e del disastroso andazzo della guerra per i fronti tedeschi che, nonostante i disastrosi rovesci militari, riescono a scatenare una grande offensiva nelle Ardenne dando una grave battuta d’arresto all’avanzata alleata. … Continua a leggere

Lascia un commento
6 nov 1944

Regolari prigionieri di guerra

Sembra che tutti coloro che hanno optato per il lavoro e non hanno aderito alla Germania dovranno essere considerati regolari prigionieri di Guerra; in questo caso e sotto questa veste dovremmo usufruire dell’assistenza della CRI e di quella svedese, sarebbe … Continua a leggere

Lascia un commento
29 ott 1944

Un altro natale qui

Oggi ci sono stati distribuiti kg1.5 di riso e dieci sigarette ne ho serbato mezzo kg per festeggiare il natale e s. Silvestro nella triste eventualità di immutate nostre condizioni. Si fa strada la triste consapevolezza che passeremo qui un … Continua a leggere

Lascia un commento
15 ott 1944

Buon rancio

Qualche giorno fa abbiamo avuto del latte condensato, tre gallette ed 8 formaggini; sebbene mi fossi ripromesso di centellinare il tutto nell’arco di qualche giorno, la fame all’improvviso mi ha travolto ed ho divorato tutto in un baleno, poi però … Continua a leggere

Lascia un commento
10 ott 1944

Un altro pacco

Il 18 settembre ho ricevuto il secondo pacco da casa, l’ho diviso con Giorgi ed è subito finito, quel condimento di ragù era squisito grazie alla mamma che lo ha cucinato. E’ sopraggiunto il freddo, tra poco avremo la neve … Continua a leggere

Lascia un commento
10 set 1944

Ufficiale ucciso

Un ufficiale che distrattamente si era troppo avvicinato al filo spinato che delimita il campo è stato spietatamente ucciso da una sentinella tedesca; nessuno di noi ha potuto soccorrerlo, pena la stessa fine, ed il poveretto è rimasto li solo … Continua a leggere

Lascia un commento
2 ago 1944

Critica situazione per la germania

Finalmente un pacco!!! sono stato baciato dalla fortuna, il due agosto è una data da non dimenticare; ho diviso tutto con Giorgi ed assieme abbiamo festeggiato una monumentale pastasciutta, che delizia aver potuto attorcigliare alla mia forchetta dei veri spaghetti … Continua a leggere

Lascia un commento
31 lug 1944

Attentato contro Hitler

Il sapere conquistata Ancona da parte degli Alleati, mi rasserena nonostante non riceva da tempo le loro notizie. Per un caso diabolico è svanita la subitanea fine della guerra! Un attentato contro Hitler non è riuscito sebbene seriamente ferito è … Continua a leggere

Lascia un commento
16 lug 1944

Il mio onomastico

Ieri, mio onomastico; quanti ricordi! Un anno fa mi trovavo in licenza trai i miei a Marotta dove erano sfollati e dove abbiamo vissuto la tragica, disastrosa caduta del fascismo. Con Giorgi abbiamo festeggiato riuniti i nostri onomastici con un … Continua a leggere

Lascia un commento
10 lug 1944

Che finisca tutto al più presto

Giorgi, per il suo onomastico ha ricevuto un secondo pacco; tireremo avanti per alcuni gironi. Ma sono stanco non ce la faccio più ad assistere indifferentemente ai numerosi pasti che ad ogni ora del giorno si consumano attorno a me … Continua a leggere

Lascia un commento
19 giu 1944

Pacco ricevuto

Oggi lunedì, il tempo assai freddo sino ad ieri, sembra si sia rimesso al bello; ho barattato un paio di pantaloni con del lardo e pane che consumo con vera religiosità. Pacchi ancora niente, ma ho la speranza che 4 … Continua a leggere

Lascia un commento
8 giu 1944

Sbarco degli anglo-americani

Sono sbarcati!!! Finalmente, quanto pensavo non dovesse avvenire è accaduto: gli americani sono sbarcati in Francia. La notizia che in un primo tempo avevamo appreso con scetticismo, ha preso piede e consistenza e se poco fa ero terrorizzato dell’inverno imminente, … Continua a leggere

Lascia un commento
29 mag 1944

Nessun pacco

La razione di patate continua a diminuire, ma in compenso per 5 volte alla settimana avremo sbobbe di miglio ed orzo; ho preso l’abitudine di mangiare quanto mi viene distribuito tutto e subito niente scorte, niente riserve. Abbiamo avuto la … Continua a leggere

Lascia un commento
12 mag 1944

Miserabile condizione

Durante questi 10 giorni sono stato molto sofferente, interoculite acuta. Sono stato costretto e di giorno e di notte a correre alla latrina, e quante volte non ho fatto in tempo ed ho dovuto defecare sul posto pieno d’umiliazione, vergogna … Continua a leggere

Lascia un commento
1 mag 1944

Posta dall’Italia

Finalmente ho ricevuto posta; questo per me è come il migliore dei pacchi che avrei potuto ricevere; sono due lettere che mi assicurano che i miei stanno bene, che leggo continuamente e che mi danno tanta pace e tranquillità Per … Continua a leggere

Lascia un commento
16 apr 1944

Ancona bombardata

Questa domenica ho potuto festeggiare come mai forse mi è capitato di fare; cioè in relazione al fatto che la razione di patate è stata portata da 400 a 800 grammi e questo lo sarà’ sino al cinque maggio. Le … Continua a leggere

Lascia un commento
1 apr 1944

Arrivo a bremervörde

Ci troviamo in una altro campo Bremenpost, Partiti da Sielce il 23 ed arrivati a destinazione il 27. Alla partenza, completamente denudati, siamo stati minuziosamente perquisiti; in tale previsione avevo però utilizzato le ultime ottocento lire rimastemi che correvano il … Continua a leggere

Lascia un commento
13 mar 1944

Scorte divorate

Sembra che la partenza questa volta sia imminente, il primo convoglio dovrebbe partire a giorni e questa notizia ha prodotto un forte rincaro delle derrate alimentari; ho con me ancora il mio orologio e posso disporre di circa 80 sigarette … Continua a leggere

Lascia un commento
7 mar 1944

Il baratto

Oggi di servizio, non mi è stato troppo pesante ( e consiste nel trasportare dalla cucina alla baracca la marmitta con il rancio e le altre derrate, naturalmente con l’aiuto di qualcun altro. Con il cambio del personale della cucina … Continua a leggere

Lascia un commento
29 feb 1944

Un pacco dall’Italia

Anche questi giorni sono passati in un lampo. Siamo stati sul punto di partite ma ora tutto è sospeso, L’altra notte sono state rubate dalla dispensa della cucina alcune pagnotte, dello zucchero della margarina,per punizione il personale addetto è stato … Continua a leggere

Lascia un commento
22 feb 1944

La gavetta rubata

Mi è stata rubata la gavetta con il cucchiaio ; è scomparsa durante la notte. E’ come se mi fosse venuto a mancare un caro amico e non mi do pace; mi era stata fedele compagna per tutto il mio … Continua a leggere

Lascia un commento
13 feb 1944

Il vitto

Oggi, domenica, abbiamo avuto mezzo chilo di cipolle e da una settimana la minestra serale comprende patate, pasta e qualche grammo di farina, è molto buona. Ho ancora una certa quantità di patate che avevo serbato in vista di quel … Continua a leggere

Lascia un commento
6 feb 1944

Pace con Giorgi

Questa settimana grande novità, ho fatto pace con Giorgi. Lui aveva tentato la scorsa settimana ma io avevo rifiutato per un sentimento di orgoglio e anche perché non si pensasse che a farlo mi spingesse quel denaro. D’altra parte la … Continua a leggere

Lascia un commento
31 gen 1944

Bollettini di guerra

In questi 8 giorni, niente di straordinario; dai bollettini di guerra si nota qualcosa che potrebbe far bene sperare. Oggi Giorgi, tramite un amico comune mi ha proposto un riavvicinamento con in dono una certa somma di denaro di cui … Continua a leggere

Lascia un commento
30 gen 1944

Giornate nel campo

Trascorrono le giornate sempre uguali; il freddo è molto diminuito d’intensità tanto da farci dubitare d’essere in polonia. Ogni sera ci viene letto il comunicato di guerra tedesco, non vi è nullo di nuovo. Quasi ogni giorno ci giunge un … Continua a leggere

Lascia un commento
17 gen 1944

Radio clandestina

In questi giorni circolano notizie circa l’andamento della guerra (nel campo evidentemente c’è qualche radio clandestina ) pensiamo che debba concludersi entro breve tempo, al massimo sei mesi ancora. L’altro giorno ho scritto a casa ed ho spedito un bollettino … Continua a leggere

Lascia un commento
13 gen 1944

Dęblin

Oggi all’appello hanno raccolto i nominativi degli ufficiali effettivi una sessantina circa da inviare a Dęblin in un campo molto bene organizzato, sia come alloggiamenti che come vitto ( un minestrone a base di patate alla sera). Oggi a mezzogiorno, … Continua a leggere

Lascia un commento
11 gen 1944

Novità

Sono stati assegnati alla nostra baracca una ventina di ufficiali provenienti dalla Francia e dai Balcani: Attraversando Berlino hanno visto la città in rovina; in sosta presso una stazione, qui in polonia, il treno è stato quasi assalito da civili … Continua a leggere

Lascia un commento
10 gen 1944

Molto debole

Oggi due appelli, ho potuto esaminarmi in uno specchio grande: il mio viso è pallido e smunto, tutto ciò è aggravato da uno stato di perenne debolezza. Ho fantasticato di quale potrebbe essere la composizione del pacco tipo che, speditomi … Continua a leggere

Lascia un commento
9 gen 1944

Giornata normale

Giornata normale; ho preparato un altro sformato per domani (sperò mi lasci dormire tranquillamente)

Lascia un commento
8 gen 1944

Febbre malarica

In questi giorni sono stato male ho avuto un forte attacco di febbre malarica, ma sono riuscito a procurarmi qualche compressa di chinino che mi hanno un pò giovato; lo stato febbrile mi ha impedito di mangiare permettendomi di accantonare … Continua a leggere

Lascia un commento
6 gen 1944

Freddo

Trascorro una confortevole nottata all’interno di una baracca al calore di una grossa stufa a carbone. Ore 9, appello in un grande spiazzo ammantato di neve, fa un freddo cane (-13). Più tardi in baracca come cena barbabietole bollite che, … Continua a leggere

Lascia un commento
5 gen 1944

Sielce

Dopo una notte insonne arriviamo a destinazione: Sielce-1550 ufficiali italiani. Mi informo per il vitto: sembra che per il forte freddo ci verrà somministrato un pasto più nutriente. Veniamo sottoposti ad una benefica doccia calda, assolutamente indispensabile, dopo 8 giorni … Continua a leggere

Lascia un commento
4 gen 1944

Arrivo a Czestochowa

Arriviamo a Czestochowa dove trovasi un buon campo ben organizzato, ma destinato ad ufficiali collaborazionisti; prosegue pertanto il viaggio.

Lascia un commento
3 gen 1944

Razionare

Per tutta la notte non ho potuto chiudere occhio e a digiuno del giorno prima, siamo finalmente arrivati ma fermi alla stazione; alle 11.30 ci viene distribuita una brodaglia dove nuotano alcuni pezzetti di pasta che mi fanno sognare e … Continua a leggere

Lascia un commento
2 gen 1944

Ancora fame

Quinto giorno di viaggio-continua la grande fame, sono debolissimo, alle 12.00 finalmente ci distribuiscono una densa minestra d’orzo, a sera un intruglio che non riesco a mandare giù una gavetta calda di indefinibile bevanda una fetta di pane che riesco … Continua a leggere

Lascia un commento
1 gen 1944

Le iris Palermitane

Oggi è il quarto giorno di viaggio, siamo digiuni da ieri sera, più tardi ci viene distribuita una fetta di pane con della marmellata (la chiamano così). A notte inoltrata abbiamo avuto del pane umido che ho serbato per domani. … Continua a leggere

Lascia un commento
31 dic 1943

Il nuovo anno (1944)

Arrivo a Norimberga. Non mi è rimasto nulla da mangiare. A mezzanotte un collega divide con noi un minuscolo panettone con il quale festeggiamo il nuovo anno. Mi guardo attorno sconsolato; non ho mai festeggiato in maniera così miserevole un … Continua a leggere

Lascia un commento
30 dic 1943

Czestochowa

Siamo diretti a Czestochowa in polonia. Nel carro bestiame a malapena riscaldato da una stufa, ho passato una notte infame, mi sono nutrito con della carne che ho riscaldato in gavetta ed un pò di pane.

Lascia un commento
29 dic 1943

Per la Polonia

Sveglia alle 6.00 adunata per la rivista agli zaini, riesco a nascondere quanti di marchi tedeschi mi sono rimasti dopo l’acquisto di un bel maglione (55 marchi) da un francese; è un indumento che mi potrà tornare utile in un … Continua a leggere

Lascia un commento
28 dic 1943

Ancora in viaggio

Pessime notizie: domani lasceremo questo campo per un altro dislocato in polonia, il viaggio sarà certamente lungo e disagevole, in carro bestiame naturalmente.

Lascia un commento
27 dic 1943

Le ultime provviste

Questa sera ho voluto dare fondo a tutte le mie provviste; ho riscaldato una certa quantità di carne che in precedenza avevo acquistato, l’ho arricchita con delle patate e tre sardine, pane e birra hanno concluso la giornata – sono … Continua a leggere

Lascia un commento
26 dic 1943

Si mangia

Questa mattina al posto del thè, della cioccolata e come primo rancio un magnifico, divino, celestiale, sublime minestrone di pasta e patate.

Lascia un commento
25 dic 1943

Giorno di Natale 1943

Questa notte durante la vigilia abbiamo avuto in dono dai francesi biscotti, marmellata e cioccolata; abbiamo bevuto e giocato a carte con loro. Al brindisi Giorgi si è avvicinato per fare pace ma non ho voluto saperne. Più tardi con … Continua a leggere

Lascia un commento
24 dic 1943

Vigilia di Natale

Oggi Vigilia di Natale, mi sono comunicato; quanta nostalgia di casa e come mi vorrei trovare tra i miei circondato dal loro affetto!

Lascia un commento
21 dic 1943

La vita in campo

Continuano a scorrere i bei giorni; il rancio è sempre abbondante e denso anche per il fatto che i francesi, in possesso dei numerosi pacchi che ricevono da casa, vi rinunciano. Oggi abbiamo riscosso la prima decade (24 marchi-lager); Giorgi … Continua a leggere

Lascia un commento
17 dic 1943

Foto da forzato

Oggi fotografia da forzato mentre mostro su una lavagnetta il mio numero di matricola.

Lascia un commento
16 dic 1943

Matricola 78798

Mi hanno consegnato la targhetta metallica col mio numero di matricola-78798 come del resto è stato fatto finora per quanti ci hanno preceduti.

Lascia un commento
15 dic 1943

Lontananza dei miei cari

Continua quella pace perfetta cui anelavo turbata però dalla lontananza dei miei e della loro assoluta mancanza di notizie.

Lascia un commento
14 dic 1943

Scrivere a casa

Posso finalmente scrivere a casa; è tempo che ricevano mie notizie, e questo per me è motivo di grande gioia.

Lascia un commento
13 dic 1943

Finalmente doccia

Oggi finalmente dopo tanto tempo posso farmi una bella e calda doccia mentre i miei indumenti messi in una autoclave si spidocchiano completamente.

Lascia un commento
12 dic 1943

Offenburg

Ci troviamo nel campo di concentramento di Offenburg che, dopo tanti disagi e patimenti si rivela un vero Paradiso (più tardi, molto più tardi verremo a conoscenza che questo modello è tale perché ‘e tra quelli che la croce rossa … Continua a leggere

1 commento
11 dic 1943

Litigio con Giorgi

Nel casermone che ci ospita vi sono 900 ufficiali che hanno aderito; il trattamento di cui godono è molto diverso del nostro, dispongono di una mensa, dormono in brandine e sono forniti di indumenti caldi. Molti dei miei colleghi cambiano … Continua a leggere

Lascia un commento
10 dic 1943

Eimberg

Alle 00.30 abbandoniamo il carro bestiame che per tanto tempo ci ha ospitato ed incolonnati assieme a un battaglione di camice nere. Si arriva a Eimberg; sono febbricitante ed assai debole per un nuovo attacco di febbre malarica. Abbiamo dormito … Continua a leggere

Lascia un commento
8 dic 1943

Vienna

Dal treno ho potuto ammirare Vienna è veramente una gran bella città nonostante questa grigia stagione invernale. La sera a mezzanotte arriviamo a destinazione.

Lascia un commento
7 dic 1943

Arrivo in Austria

alle 12 entriamo in Austria. Sino a quando ci trovavamo a transitare attraverso l’Ungheria era stato facile acquistare qualcosa da mangiare ed anche se vi avevo provveduto di persona, tutto era stato condiviso con Giorgi ma ora, che un accanito … Continua a leggere

Lascia un commento
6 dic 1943

06 dicembre 1943

Non sappiamo dove siamo diretti; alle 9h però entriamo in Ungheria e vedo per la prima volta il Danubio. Si sosta per circa un’intera giornata; un cappellano militare celebra la messa nei pressi della stazione.

Lascia un commento
4 dic 1943

Belgrado

Sveglia alle 6.30 dopo una marcia di 4 km arriviamo alla stazione di Belgrado è bellissima e come mi ci vorrei trovare altrimenti! Con noi partono due battaglioni di militi in carrozze normali mentre noi veniamo caricati in carri di … Continua a leggere

Lascia un commento
2 dic 1943

Aderire o no?

Partenza da Nisa alle 5.30 durante il viaggio compro delle salsicce, delle noci e pere che divido come sempre con Giorgi. Arriviamo a Belgrado alle 18.30; cattive notizie: in molti ci viene consigliato di aderire alle proposte dei tedeschi pena … Continua a leggere

Lascia un commento
1 dic 1943

Ancora in viaggio

Sveglia alle 6.30 e partenza alle 7 in cammino per la stazione ferroviaria ho la possibilità di acquistare due panini al burro alla stazione, sorpresa, caffè caldo e pasta in brodo. Viaggiamo in seconda classe in carrozza riscaldata ed arriviamo … Continua a leggere

Lascia un commento
30 nov 1943

Partenza per Skopje

Alle 12.30 partenza per Skopje viaggiando in un vagone di terza classe assieme a dei borghesi che ci usano un mondo di cortesia; ottengo così del pane, una sfogliata, una pera e delle sigarette ed infine dei dolciumi che divido … Continua a leggere

Lascia un commento
29 nov 1943

29 novembre 1943

Si sta molto bene qui, il rancio sempre abbondante ed appetitoso è costituito da un minestrone di patate e fagioli; posso procurarmi del pane, della marmellata e delle sigarette che divido, come al solito con Giorgi.

Lascia un commento
28 nov 1943

Partenza per Bittoli

Alle 5.30 partenza per Bittoli al confine con la Bulgaria. Dopo un viaggio faticosissimo per il freddo e i disagi alle 16.30 entriamo in Bulgaria. Qui tutto è diverso estese pianure tante gentilezze dalla popolazione civile che ci procura da … Continua a leggere

Lascia un commento
27 nov 1943

Previsioni

Cambio 500 Lek in 50 marchi in previsione del nostro trasferimento in Germania e mi resta la disponibilità di ancora 400 lek. Ha termine così questa 4rta giornata senza rancio caldo di cui sentiamo penosamente la mancanza.

Lascia un commento
26 nov 1943

26 novembre 1943

Questa mattina dopo il solito caffè ci hanno trasferito in una piccola cameretta assieme a dei graduati tedeschi…;oh gioia, possiamo finalmente riposare su della paglia asciutta e lavarci alla meno peggio. Usufruiamo della luce elettrica assieme alla possibilità di acquistare … Continua a leggere

Lascia un commento
25 nov 1943

Partenza per El-Basan

Questa mattina la solita bevanda, saltiamo il pasto ed alle 14h partenza per El-Basan su un automezzo scoperto; piove e siamo inzuppati d’acqua fino alle ossa. L’autista che è italiano mi fa salire con lui in cabina e mi offre … Continua a leggere

Lascia un commento
24 nov 1943

Partenza per Fieri

Oggi una spiacevole sorpresa; dobbiamo prepararci a partire per Fieri (tra Valona e Durazzo) E’ una vera scalogna, perderemo il rancio che ci spetta, gli indumenti promessi con il relativo pranzo e, per finire il piatto di gnocchi ed i … Continua a leggere

Lascia un commento
23 nov 1943

Troppa fortuna

Io e Giorgi siamo stati invitati da un tedesco ad una passeggiata; siamo stati in un bar dove ci ha offerto del vino (da quanto tempo non ne bevevo!) delle salsicce-le solite albanesi arance, sigarette e liquori e poi ancora … Continua a leggere

Lascia un commento
22 nov 1943

Una grave imprudenza

Oggi giornata normale salvo un incidente che avrebbe potuto avere serie conseguenze; ero uscito portando con me alcune carte topografiche in cambio di qualcosa. Mentre con le carte distese sul bancone ne contrattavo la vendita, è entrato all’improvviso un ufficiale … Continua a leggere

Lascia un commento
21 nov 1943

Una domenica

Oggi, domenica, inizia con la felice prospettiva di potermi procurare tre barattoli da un kg di carne di maiale che un tedesco mi ha promesso; di buon mattino mi reco quindi sul posto convenuto, ma inutilmente, del tedesco nessuna traccia. … Continua a leggere

Lascia un commento
20 nov 1943

Badoglio

Mi godo finalmente quella pace ed il benessere cui ho sempre anelato, oscurati un poco dal fatto che i tedeschi ci chiedono di lavorare o combattere per la nuova repubblica di Mussolini, ma non aderisco nonostante le velate minacce o … Continua a leggere

Lascia un commento
19 nov 1943

Maruska

Oggi è venuta a trovarci Maruska; Maruska è stata sino al giorno dell’armistizio una delle tante prostitute provenienti dall’Italia al seguito delle truppe italiane; oggi essa è ammirevole per altruismo e generosità. E’ stata in montagna dove ha rischiato d’essere … Continua a leggere

Lascia un commento
18 nov 1943

18 novembre 1943

Questa notte dopo tanto tempo ho riposato magnificamente sono contento della mia condizione ormai quanto sofferto in montagna è alle spalle e sperò di non vivere più quelle tristi esperienze. Ieri mi è stata data la possibilità di fare un … Continua a leggere

Lascia un commento
17 nov 1943

17 novembre 1943

Questa mattina abbiamo fatto colazione con una bevanda a base di orzo e senza zucchero che dovrebbe rimpiazzare il caffè, ma era calda e con il pane, almeno per me che ho mangiato di peggio, è quasi gradevole. Alle 8h … Continua a leggere

Lascia un commento
16 nov 1943

Nelle mani dei tedeschi

E’ il 16 novembre, il solito allarme ci ha sorpreso poco prima della mensa, abbandoniamo tutto e sebbene abbia fatto una corsa in paese con l’intento di acquistare qualcosa in previsione di un lungo digiuno, rinuncio all’idea e mi precipito … Continua a leggere

Lascia un commento
13 nov 1943

Puntate dei tedeschi

Ma al mattino dopo si decide di ripartire (il nostro scopo non è quello di raggiungere Valona con l’idea di impossibile imbarco, ma quello più modesto di una sistemazione più umana.) Quindi ci rechiamo prima in casa dell’avvocato sperando che … Continua a leggere

Lascia un commento
8 nov 1943

Selenizza

Riprendiamo il cammino per Cozzulli da cui questa ultima avventura ci aveva allontanato, camminando più spediti; ma ha ripreso a piovere forte e ci trasciniamo stancamente sino a raggiungere Cozzulli, tra i nostri desideri posto sempre in primissimo piano. L’avvocato … Continua a leggere

Lascia un commento
2 nov 1943

Paura dell’inverno e coraggio

E’ inverno, sono affamato, disperato, non ho idea di come e quando la nostra situazione potrà migliorare; il pensiero del prossimo freddo da affrontare e l’eventualità non troppo remota di una malattia mi terrorizzano ed è quindi naturale che in … Continua a leggere

Lascia un commento
1 nov 1943

Guminizza

Sono giorni di duro lavoro e di grande disperazione ; ricordo che una volta zappai per tutto il giorno di gran lena col miraggio di una pastasciutta che il padrone mi aveva promesso per la cena ma, delusione, quella sera … Continua a leggere

Lascia un commento
23 ott 1943

La mia bomba a mano

La mattina dopo riprendo a lavorare; è un lavoro troppo pesante per me nelle condizioni in cui mi trovo e decido di abbandonare quel posto non appena mi abbiano dato del cibo che mi spetta; ma ecco che alla mia … Continua a leggere

Lascia un commento
22 ott 1943

Alla volta di Tregenda

La mattina dopo appena sveglio apprendo che un maggiore inglese è attendato a pochi passi da noi. Questo ufficiale assieme ad altro sottufficiale è stato paracadutato dal suo governo con il compito di svolgere azione di propaganda tra i partigiani … Continua a leggere

Lascia un commento
18 ott 1943

La gavetta è vuota

l mattino dopo faccio una capatina presso i montanari che stanno approntando per il pasto una grande marmitta piena di piselli secchi. Gongolo a pensiero del prossimo pasto perché sento, lancinante il bisogno di nutrirmi con qualcosa di caldo; dopo … Continua a leggere

Lascia un commento
15 ott 1943

Solo affamato e con degli “stracci” addosso

La mattina dopo riprendiamo il cammino per Mattagin dove speriamo di trovare quell’inafferrabile qualcuno che ci dovrebbe liberare da questa misere vole cerchia di stenti. Io e Giorgi siamo rimasti soli. (Flori ci ha lasciati con la speranza di una … Continua a leggere

Lascia un commento
12 ott 1943

La fame

La mattina dopo aspettiamo invano il nostro accompagnatore, nessuno si fa vivo e ci sentiamo ad un tratto abbandonati. Nella vana attesa del ritorno del nostro uomo, ci fermiamo ancora per un paio di giorni nel villaggio mangiando alla meno … Continua a leggere

Lascia un commento
10 ott 1943

Cozzulli

Trascorriamo il nostro tempo ancora una volta a Brotoi ed al ricordo di Llakatund abbiniamo quello di Cozzulli; Cozzulli è un villaggio che all’andata ci aveva accolto con simpatia; li un certo avvocato Arifat che aveva vissuto per 5 anni … Continua a leggere

Lascia un commento
5 ott 1943

Himara in testa

Decidiamo di partire non appena ci sia qualcuno che vada verso la nostra meta e dopo una decina di giorni che rappresentano il periodo più bello della nostra avventura in queste terre, finalmente partiamo. Quante volte mi pentirò di questa … Continua a leggere

Lascia un commento
22 set 1943

Un po di ozio

Il percorso è molto lungo e vi è la difficoltà di attraversare un fiume; siamo molto stanchi per le fatiche del giorno precedente e mal nutriti, a mano a mano che ci avviciniamo alla meta il pensiero del latte, della … Continua a leggere

Lascia un commento
20 set 1943

In viaggio verso Llakatund

La mattina dopo avendo saputo che poco distante sono alloggiati quasi tutti gli ufficiali del Btg mitraglieri della nostra divisione decidiamo di andarli a trovare…con la speranza che ci accolgano tra loro, ma l’accoglienza è fredda; diciamo loro che sarebbe … Continua a leggere

Lascia un commento
19 set 1943

Partenza per Tragjas

Ma ecco che qualche mattino dopo ci coglie il primo allarme di tanti cui saremo oggetto. I tedeschi stanno piazzando le loro artiglierie lunga la costa e sotto il nostro villaggio; dobbiamo assolutamente sloggiare al più presto. Partiamo così per … Continua a leggere

Lascia un commento
17 set 1943

La fuga dai tedeschi

Dopo avere trascorso la notte quasi insonne per il freddo, la mattina presto mi alzo e mi dirigo sulla strada dove sperò di incontrare la colonna che penso sia stata anch’essa attaccata dai partigiani. Con mia grande gioia rivedo Giorgi … Continua a leggere

Lascia un commento
16 set 1943

Arrivo a Valona

Io sono il meno elevato in grado e spesso mi si ordina di attraversare questa o quella radura, questa o quel guado; vedere se questa o quella postazione sia occupata da partigiani o da tedeschi. E’ un gran lavoro che … Continua a leggere

Lascia un commento
15 set 1943

Scaramucce

Il 15 mattina alle 4am ci rimettiamo in marcia, ancora 40km ci separano da Valona e copro i primi 25Km in moto; ma la benzina è finita. Mentre Giorgi traffica con la moto, salto sul predellino di un altro automezzo … Continua a leggere

Lascia un commento
14 set 1943

Alla volta di Valona

Si giunge così alla mattina del 14 quando riceviamo l’ordine di ammucchiare armi e munizioni all’interno della polveriera che dovrà saltare in aria; gli ufficiali caricheranno i loro zaini sui muli, soldati zaino in spalla. E’ questo il disarmo generale; … Continua a leggere

Lascia un commento
13 set 1943

Notte d’inferno

Il pomeriggio del 13 settembre riceviamo l’ordine di abbandonare, l’accampamento assieme al materiale superfluo e occupare un castello semi diroccato poco distante; li ci riuniamo con gli altri 2 battaglioni del reggimento, dei quali il terzo assalito lungo la strada … Continua a leggere

Lascia un commento
12 set 1943

Partigiani o tedeschi?

Intanto qui la truppa sarebbe propensa a fuggire tra i partigiani con tutte le loro armi; tra gli ufficiali invece prevale la tendenza di andare con i tedeschi anziché con quella massa di straccioni costituita dai partigiani, con il cui … Continua a leggere

Lascia un commento
10 set 1943

Brutte notizie

L’autocolonna passa per tutta la giornata del nove e parte del dieci settembre ed alla fine restano nel nostro accampamento una sessantina di militari tedeschi con i loro automezzi. I nostri soldati, prima un pò ostili, cominciano ad avvicinarli; per lo più sono alsaziani e polacchi. Continua a leggere

Lascia un commento
8 set 1943

Armistizio

Si giunge così al famoso 8 settembre. La notizia dell’armistizio in un primo tempo sorprende tutti noi mentre fuori i soldati sembravano impazziti dalla gioia; ognuno pensa che pochi giorni ormai ci dividono dal ritornare a rivedere i nostri cari; sento come se un gran peso mi si fosse liberato dallo stomaco, è un senso di leggerezza che provo dato dal fatto che l’Italia è finalmente al termine dei suoi patimenti e può attendere, dopo la più inutile delle guerre, alla propria pace Continua a leggere

Lascia un commento
1 set 1943

Primo settembre 1943

Giunsi al Rgt. in Albania il primo settembre di ritorno dalla licenza. Tutti i miei colleghi volevano conoscere qualcosa dell’Italia ed io li accontentavo per quanto era nelle mie possibilità. Continua a leggere

Lascia un commento