31 dic 1944

Ultimo dell’anno 1944

Ultimo dell’anno! Ancora qui a dispetto delle nostre speranze e del disastroso andazzo della guerra per i fronti tedeschi che, nonostante i disastrosi rovesci militari, riescono a scatenare una grande offensiva nelle Ardenne dando una grave battuta d’arresto all’avanzata alleata.
Ho trascorso il Natale discretamente e così sperò sarà per il primo giorno del prossimo anno; fa molto freddo, manca il combustibile. Siamo affamati anche per il fatto che possiamo sostenerci quasi esclusivamente con rape secche. La maggior parte di noi ha optato per il lavoro nella speranza di migliorare la propria condizione. Io continuo ad avere il morale a terra, ho freddo, fame e poche speranze per il prossimo futuro. Di continuo ufficiali ammalati di TBC vengono ricoverati in infermeria; Giorgi è stato trasferito ad un altro campo ed optare per il lavoro, io cocciutamente resisto, ma per quanto tempo ancora ed in nome di quale stupido ideale, ormai non me lo chiedo più.